PLANNIN'AROUND

DI COSA HAI BISOGNO?

Con i progetti Plannin’Around sono i volontari in partenza a sviluppare le attività che realizzeranno una volta arrivati a destinazione. Molte realtà dei nostri paesi partner con cui collaboriamo vorrebbero realizzare dei progetti ad impatto sociale nelle loro comunità, ma gli mancano le risorse per poterli attuare. Noi di Plannin’Around ascoltiamo le loro necessità e diamo la possibilità volontari in partenza di partecipare alle Call for Projects.

Il volontario interessato sceglierà il paese e l’ambito in cui vuole intervenire e partecipando al nostro laboratorio di progettazione Plannin-Lab, potrà imparare a scrivere un nuovo progetto di volontariato che risponda alle esigenze dei contesti d’intervento (vedi sezione “Corsi di formazione” di ogni Call for Projects).

Durante il laboratorio i volontari, singolarmente o in gruppo, verranno seguiti passo passo nella progettazione delle attività di volontariato che implementeranno sul campo. Conosceranno i contesti, parleranno con i responsabili delle realtà di cui saranno ospiti e organizzeranno le loro giornate di volontariato. Ogni progetto sarà seguito dal formatore del corso e da un tutor di progetto che darà consigli pratici per realizzare le proposte finali (Volunteering Project Work).

Tutti i volontari che hanno portato a termine il loro progetto, potranno a loro volta avere un proprio laboratorio in cui insegnare ad altri volontari come poter riproporre il proprio progetto in giro per il mondo.

Puoi trovare tutti i nostri progetti di volontariato qui.

Scegli se vuoi partecipare alle Call for Projects oppure ai Progetti Plannin’Around e compila il form che trovi in fondo alla pagina di ogni progetto.

Ti risponderemo il prima possibile per darti tutte le informazioni necessarie a partecipare al progetto che hai scelto.

Dopo aver compilato il form di contatto in fondo alla pagina di ogni progetto riceverai una mail con le informazioni sul progetto, l’inizio dei laboratori per volontari e tutto ciò di cui hai bisogno per partire.

Se vuoi parlare con lo staff Plannin’Around per orientarti tra i progetti fissa un incontro scrivendo a hello@planninaround.org oppure partecipa ai Volunteers Day.

I progetti sono aperti tutto l’anno, salvo nei periodi in cui le strutture presso cui si intende svolgere il progetto sono chiuse per festività nazionali o per chiusura istituzionale (consulta le pagine dedicate al progetto per sapere in che periodi l’attività è sospesa).

La data di inizio del progetto viene concordata dal volontario insieme allo staff di Plannin’Around e ai responsabili locali del progetto durante la fase di candidatura.

Indicativamente, la partenza del progetto può avvenire dopo la consegna del Volunteering Project Work per i progetti Call 4 Projects, mentre per i Progetti Plannin’Around, la data di partenza può essere scelta successivamente alla conclusione del corso di formazione specifico del progetto.

La durata di un progetto dipende dalle attività che si intendono svolgere per raggiungere gli obiettivi progettuali e dalla disponibilità del/della volontario/a.

Nelle Call 4 Projects, la durata del progetto sarà quella prevista nel Volunteering Project Work realizzato dai volontari durante e a seguito del corso di coprogettazione P-LAB.

Nei Progetti Plannin’Around la durata dipende dalle attività previste dallo stesso, ma può essere rimodulata con i docenti dei corsi di formazione a seconda delle necessità del/della volontario/a.

In termini di efficacia delle azioni, un progetto dovrebbe avere una durata non inferiore alle 3 settimane/1 mese.

 

 

 

 

I requisiti minimi per partecipare ad un qualsiasi progetto sono:

  • Essere maggiorenni
  • Avere un passaporto valido per l’espatrio
  • Avere una buona conoscenza della lingua inglese

Eventuali requisiti specifici per partecipare ad un particolare progetto possono essere recuperati nella voce “Requisiti per partecipare” nel menù a tendina delle pagine di ogni singolo progetto.

Dopo aver contattato lo staff di Plannin’Around tramite modulo in fondo ad ogni progetto o scrivendo all’indirizzo hello@planninaround.org, ogni aspirante volontario/a verrà messo in contatto con un responsabile Plannin’Around per un incontro conoscitivo, online o in presenza.

Già al termine dell’incontro, una volta verificati i requisiti di partecipazione al progetto, verranno invitai all’aspirante volontario/a i passaggi per completare l’iscrizione al corso di formazione e la candidatura al progetto.

Non ci sono graduatorie e non bisogna aspettare un periodo di tempo successivo alla candidatura per partecipare ai progetti

Per partire con un progetto Plannin’Around è obbligatorio aver partecipato almeno all’80% delle ore del corso di formazione per volontari pre-partenza, specifico per ogni progetto. I laboratori sono fondamentali per cominciare a conoscere i contesti in cui andrai a operare, apprendere le competenze necessarie per svolgere le attività del progetto, conoscere la testimonianza dei volontari che hanno già lavorato sul campo e progettare le tue attività.

La partecipazione ai laboratori da diritto ad un attestato che certifica le ore di presenza e gli argomenti trattati durante gli incontri. 

I laboratori sono interamente organizzati da volontari Plannin’Around. La partecipazione dei laboratori prevede una quota di partecipazione che serve a coprire le spese di organizzazione e a rimborsare le spese dei volontari che tengono gli incontri. La quota comprende anche l’iscrizione all’associazione Plannin’Around e all’assicurazione per il volontario.

Tutte le informazioni relative ai contenuti, il calendario e i costi dei laboratorio possono essere recuperate cliccando sul link presente nella voce “Corso di formazione” presente nel menù a tendina delle pagine di ogni singolo progetto.

Il volontariato è un mondo di scoperte, proprio perché permette di vivere questo nostro mondo nella maniera più vera e sincera possibile, confrontandosi con culture, lingue, tradizioni e problemi sociali nuovi.

E’ per questo che la nostra filosofia come organizzazione vede la formazione come sua colonna portante: mandare alle nostre realtà partner dei volontari consapevoli e preparati al massimo su quella che sarà la loro esperienza è il tratto distintivo di un progetto Plannin’Around.
Questo comporta in maniera naturale anche un’evidente riduzione dei rischi nei quali potrebbe incorrere un volontario che non è stato preparato ad aspettarsi, riconoscere e ad evitare quelle situazioni di potenziale difficoltà alle quali magari non è abituato.
Inoltre sarà la formazione a consentire di dare continuità alle iniziative dei volontari tornati dai loro progetti: lo scambio di idee, la formazione tra pari e la creazione di una rete di amici e collaboratori nei progetti ci permetterà di portare l’impatto positivo molto più in là, nel tempo e nello spazio, della sola località scelta per il volontariato.

Un’iniziativa che come community di volontari/e per volontari/e promuoviamo è quella di dare la possibilità a chi ha partecipato ad un progetto con noi, di diventare una figura di riferimento e guida (Mentor) per i volontari che si candideranno allo stesso progetto in futuro.

Questo sistema di “volontariato a cascata” presuppone che un/una volontario/a che ha portato a termine un progetto sa perfettamente come poterlo raccontare, accompagnare e consigliare un’altra persona interessata allo stesso.

Il Mentor di progetto si può occupare di tenere i laboratori formativi per i prossimi volontari in partenza, essere un punto di riferimento anche a distanza quando il/la volontario/a si trova a svolgere il progetto in loco e poter verificare al rientro la qualità dell’esperienza svolta dal suo Mentee e trovare spunti critici per migliorarlo nel tempo.

Tutti i Mentor dei progetti Plannin’Around sono soci dell’associazione e ciascun/a volontario/a può diventare Mentor a condizione che abbia svolto e completato un progetto all’estero.

Le spese di viaggio, vitto e alloggio sono a carico del volontario.
Plannin’Around promuove un volontariato autonomo, e come organizzazione no profit ci occupiamo della formazione, dei contatti con l’organizzazione ospitante e della cura dei dettagli del progetto.
Ciononostante, durante la tua istanza presso uno dei nostri paesi partner, abbiamo curato ogni dettaglio affinché tu possa avere un alloggio ed un vitto estremamente economico, spesso di pochi euro al giorno, presso delle strutture ospitanti che variano di progetto in progetto.

Puoi trovare i costi di vitto e alloggio nella sezione dedicata in ogni pagina progetto.

Altra caratteristica essenziale del lavoro di Plannin’Around è garantire l’occasione di vivere la vera vita di un contesto straniero. Il nostro impegno è rivolto a farti trovare una sistemazione che ti permetta di vivere direttamente con la comunità locale, soggiornando talvolta nelle case dei nostri amici che si sono resi disponibili ad ospitare dei volontari (ognuno di questi alloggi è stato visitato, verificato e accettato dallo staff di Plannin’Around, che ha visitato la struttura prima di te, verificandone regole e condizioni).
Se vorrai potrai imparare la lingua locale, sperimentare le tradizioni quotidiane di popoli lontani e provare la cucina tipica del luogo, condividendo chiacchiere, storie e sorrisi con le persone che ti ospiteranno.

Puoi trovare tutte le informazione relative a dove alloggerai nella sezione “vitto e alloggio” in ogni pagina progetto.

Plannin’Around provvede a fornire a tutti i volontari in partenza un’assicurazione che copre responsabilità civile, rischi e infortuni anche all’estero per un anno (consultala qui).

In ogni caso, in particolare per i progetti internazionali extraeuropei, consigliamo ai volontari in partenza di stipulare anche un’assicurazione sanitaria. Per consultare tutte le possibili assicurazioni che un volontario può stipulare, visita il sito siscos.org.

Tutti i progetti di volontariato Plannin’Around sono pensati per non esporre i volontari che vi partecipano a nessun pericolo (cibo e acqua sicuri, mezzi di trasporti sicuri, alloggio sicuro). 

Nel caso che la zona di attuazione del progetto non fosse ritenuta più sicura, il progetto verrà immediatamente chiuso da Plannin’Around.

In ogni caso raccomandiamo di consultare anche il sito Viaggiare Sicuri della Farnesina per rimanere aggiornato sulla sicurezza di ogni singolo paese.

Consigliamo anche ad ogni volontario di valutare la possibilità di conseguire il patentino sulla sicurezza in contesti internazionali dell’ONU BSAFE prima di partire per un qualsiasi progetto all’estero.

Nell’eventualità che, per motivi esterni alla volontà del volontario che ha completato il suo corso di formazione pre partenza, il progetto non dovesse partire alla data prestabilita (causa calamità naturali, restrizioni sanitarie, politiche del paese ospitante, guerre e situazioni a rischio) il volontario potrà partire non appena il progetto sarà di nuovo agibile senza dover sostenere costi aggiuntivi.

Il costo dei corsi di formazione non è rimborsabile in alcun modo.

Le vaccinazioni richieste cambiano a seconda del paese e del periodo in cui si vuole partire. A tutti i volontari in partenza cercheremo di dare tutte le informazioni circa le precauzioni necessarie da prendere in considerazione prima di partire. Consigliamo in ogni caso di contattare la ASL di zona per avere tutte le informazioni necessarie.

Durante la permanenza in uno dei progetti di volontariato internazionale il volontario potrà far riferimento prima di tutto ai partner locali, ed in caso di bisogno contattare in qualsiasi momento lo staff di Plannin’Around al numero che gli forniranno prima della partenza.

Molte Università riconoscono i periodi di volontariato all’estero con crediti formativi. Ogni Ateneo segue procedure diverse, per questo vi chiediamo di informarvi rispetto a questa possibilità direttamente all’ufficio tirocini o relazioni Internazionali del vostro Ateneo.

Plannin’Around è disponibile al rilascio di documenti che attestino il vostro periodo di volontariato all’estero o, in caso fosse necessario, a stipulare convenzioni con le Università per ottenere la convalida dei crediti formativi. È possibile stipulare convenzioni con Università affinché il periodo di volontariato venga riconosciuto come tirocinio. 

Plannin’Around non può rilasciare la certificazione delle competenze. In alcuni progetti organizzati con altre associazioni partner è invece possibile ottenerla. Per verificarlo, controllate la sezione “Perché partire” di ogni pagina progetto.

Può succedere che i form non vengano recapitati o che non sia possibile inviarli per problemi tecnici anche esterni al corretto funzionamento del sito, in questo caso invia una mail a hello@planninaround.org, provvederemo a darti tutte le informazioni necessarie.

Hai qualche altra domanda? Scrivici!

    [dynamichidden page-title "CF7_get_post_var key='title'"]

    Chi sei?

    I tuoi dati saranno trattati dall'Associazione come descritto nella Privacy Policy