Plannin'around

SUPPORTO ALLA COMUNITÀ

Descrizione Ente

IPSIA (Istituto Pace Sviluppo Innovazione Acli) è l’organizzazione non governativa promossa dalle ACLI (Associazioni Cristiane Lavoratori Italiani) che promuove azioni di apprendimento non formale costruendo legami di solidarietà fra le diverse comunità.

Le sue attività sono rivolte prevalentemente ai giovani e alla loro ricerca di orientamento e futuro, nell’impegno per uno sviluppo sostenibile, per la convivenza civile, per la pace.

IPSIA costruisce relazioni di partnership con organizzazioni della società civile che, nei diversi paesi del mondo, sostengono iniziative a favore, dello sviluppo socio-economico, delle vittime delle guerre e della povertà. Attraverso il volontariato internazionale (dal 1998) ed i progetti di Terre e Libertà, offre a chi desidera attivarsi in prima persona la possibilità di incontrare comunità locali diverse e intrecciare reti di pace nei Balcani, precisamente in Bosnia, Albania o Kosovo.

Programma
Destinazione
Ambito
Location
Bihać

Partecipa al programma Explorin’Around: scopri i progetti di volontariato dei partner in giro per il mondo, che da tempo si impegnano attivamente per generare impatto positivo nei contesti e nelle comunità in cui operano. Se ti interessa, compila il form qui sotto e ti metteremo in contatto con loro!

Terre e Libertà è un progetto di mobilità giovanile, un’esperienza di volontariato internazionale che unisce persone diverse intorno ad un fine comune offrendo la possibilità di vivere un’esperienza di formazione sul conflitto, sullo sviluppo e sulla cooperazione.

L’obiettivo principale del progetto è contribuire allo sviluppo sociale dei territori, in cui l’organizzazione interviene, utilizzando come strumento principale l’educazione non formale (giochi, sport e laboratori ludico/ricreativi) ponendo l’accento sul rispetto dei diritti del fanciullo e allo stesso tempo offrire ai volontari italiani una conoscenza dei territori e della realtà storico/sociale.

Maggiori informazioni sono reperibili qui https://www.ipsia-acli.it/

 

L’animazione è la modalità caratteristica e trasversale del progetto, è una forma di facilitazione della socializzazione e di attenzione verso le fasce più deboli della popolazione. L’area principale di attività di Terre e Libertà è l’animazione e sport presso:

  • La Scuola elementare di Crvarevac: un piccolo villaggio immerso nella natura, sulle colline intorno al fiume Una, dove sarà possibile approfondire il tema dell’ambiente nelle attività di animazione, sensibilizzando i partecipanti all’attenzione all’ambiente (Cantone Una-Sana, Bosnia nord-occidentale)
  • Il campo profughi Bira a Bihać: all’interno dell’ex fabbrica di frigoriferi Bira, che ospita in container e tendoni più di 2.000 persone. In questo contesto IPSIA ha creato uno spazio di aggregazione che permette agli ospiti del campo di scambiare parole, giocare, bere un thè caldo e condividere momenti insieme. Le attività che verranno realizzate durante l’attività saranno: distribuzione di bevande, socializzazione con gli adulti, attività sportive e di animazione.
  • Il campo sportivo itinerante – Football No Limits – che utilizza il calcio per superare le barriere culturali, strutturato con attività calcistiche (per questo campo è necessario avere delle competenze e/o esperienze in ambito sportivo).

I campi di volontariato di animazione giovanile sono caratterizzati da attività come ban (canti/filastrocche), giochi di cerchio, giochi a squadre, laboratori creativi, corsi di lingua, danza e altro ancora. L’obiettivo è di permettere ai bambini che non hanno la possibilità di andare in vacanza, di occupare parte delle loro estati insieme ad altri bambini e imparando nuovi giochi e conoscendo persone provenienti da altri paesi, per allargare almeno virtualmente la loro conoscenza del mondo.

I focus principali di intervento ai quali si affiancano le attività di animazione sono: ricostruzione del tessuto sociale, tutela dell’ambiente, animazione giovanile, promozione del volontariato, turismo responsabile, imprenditoria sociale e assistenza  all’interno dei campi profughi dei migranti presenti sul territorio. L’animazione tradizionale e sportiva, il campo di servizio si affiancano al lavoro che durante l’anno gli operatori locali e i volontari in Servizio Civile svolgono nelle diverse realtà.

La posizione di volontariato è aperta a tutti i giovani desiderosi di partecipare  che abbiano compiuto 18 anni. E’ consigliata la conoscenza della lingua inglese.

Tuttavia una volontaria/o dovrebbe dimostrare: 

  • Interesse per i temi di diversità ed educazione globale
  • Volontà di partecipare attivamente
  • Capacità di lavorare in gruppo 

Il periodo di permanenza nei campi Terre e Libertà è di 2 settimane nelle quali il volontario è impegnato orientativamente per metà della giornata.

Il percorso di volontariato porta le persone a considerare le differenze sociali e culturali in un percorso di questo tipo contribuiscono alla tolleranza, il pensiero critico e la comprensione di alcuni fenomeni influenzati da stereotipi e barriere. Queste soft skill permettono di diventare più confidenti e competenti durante il percorso di volontariato.

A conferma dell’attività, IPSIA rilascerà un attestato di partecipazione e certificazione delle competenze per aver partecipato al programma di volontariato, che riporterà tutte le attività svolte e il tempo dedicato, spendibile come esperienza di rilievo da inserire nel curriculum e da convertire in crediti formativi per tirocinio/tesi nella tua università.

I volontari soggiorneranno in una casa o in un appartamento, in base all’esigenza e alla numerosità dei gruppi.

L’esperienza di Terre e libertà, comprensiva di viaggio, vitto, alloggio e assicurazione, varia  tra i 600 e gli 800 euro.

Per l’esperienza di volontariato Terra e Libertà sono previsti 3 incontri residenziali (weekend) di formazione, due pre partenza ed uno post. 

Durante gli incontri pre-partenza si conoscerà meglio l’organizzazione con la quale si parte, il progetto al quale si prende parte, i contesti di azione, ci si confronterà sulle proprie motivazioni e aspettative e specialmente si inizierà a lavorare insieme per definire le diverse equipe e le attività che andranno svolte durante il progetto

Al rientro dall’esperienza, ci sarà l’incontro finale di condivisione dell’esperienza. Questo è un momento molto importante, oltre che emozionante cui partecipare, perché lo scambio di impressioni, conoscenze, emozioni è la base da cui partire per lo sviluppo del progetto negli anni successivi.

Durante l’esperienza, il volontario sarà affiancato ai responsabili volontari senior di Terra e Libertà, ai referenti in loco e ai facilitatori locali del progetto.

Il gioco è una cosa seria, così come il volontariato!
Daniele Socciarelli

Richiedi informazioni ora!

    I tuoi dati saranno trattati dall'Associazione come descritto nella Privacy Policy

    Questo sito utilizza cookies. Hai il diritto di scegliere se abilitare i cookies statistici e di profilazione Abilitando questi cookies cliccando sul pulsante o proseguendo nella navigazione, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore.