PLANNIN'AROUND

Splendid Valley School – Nepal

La Splendid Valley English School è una bellissima scuola di comunità che da anni garantisce un’educazione di ottimo livello (le classi vanno dall’asilo fino alle superiori) e offre la possibilità ai volontari di lavorare a diretto contatto con alunni ed insegnanti, proponendo attività alternative o in supporto a i vari programmi scolastici.

La scuola accoglie studenti e studentesse dai 5 ai 17 anni. La scuola è aperta tutto l’anno e le lezioni cominciano alle 8.00 del mattino fino alle 16.00, dalla domenica al venerdì (solo il sabato è festivo). 

Potrai proporre il tuo progetto educativo direttamente nelle classi, cooperando con uno splendido team di giovani insegnanti motivati ad imparare e condividere le proprie conoscenze con te!

Le candidature per questo progetto chiudono il 31 marzo 2022.

Programma
Destinazione
Nepal
Ambito
Location
Palubari

Palubari è una piccola comunità nei pressi di Sankhu, nella periferia della valle di Kathmandu e si trova a 17 km dalla capitale. La comunità si trova sull’antica via commerciale sul cammino verso Lhasa, la capitale spirituale del Tibet. 

Gli abitanti della zona sono a prevalenza di religione induista e nei pressi sorgono diversi templi costruiti dedicati a Shiva, Vishnu e Ganesha. 

La attività scolastiche si interrompono durante le due feste nazionali più importanti: il Dashain, dedicata alla dea Durga e una tra le più importanti celebrazioni del calendario induista (15 giorni nel mese di ottobre) e il Tihar o “Festival delle Luci” (5 giorni tra ottobre e novembre). Le date delle celebrazioni variano a seconda della cadenza del calendario lunare.

La Splendid Valley School ha bisogno del tuo supporto nel perseguimento della sua missione educativa e non solo. Gli studenti della scuola sono molto aperti alle novità e sono molto partecipi alle attività proposte dai volontari, soprattutto se queste arricchiscono il curricula quotidiano.

A titolo esemplificativo i volontari potrebbero presentare dei progetti per attivare dei laboratori artistici, sportivi, educativi e/o ricreativi a seconda delle proprie affinità.  Il livello di inglese degli studenti è buono, per cui le attività di volontariato possono combinare momenti di gioco all’aperto con momenti di lezione teorica, passando per la discussione e la costruzione della relazione. Alcuni temi interessanti da trattare sono l’educazione ambientale, sessuale, impresa giovanile, inclusione sociale. 

Alcuni temi che potrebbero essere trattati nei laboratori/workshop sono: questioni di genere, educazione sessuale, salute personale, ambiente e sviluppo sostenibile, orientamento studio/lavoro, imprenditoria giovanile.

Altrimenti possono essere presentati dei progetti educativi rivolti ai più piccolini della nursery.

Infine un’ambiente scolastico poco frequentato all’interno del complesso è la biblioteca, che sarebbe necessario rinnovare ed attivare per il bene di tutti gli studenti. I volontari potrebbero iniziare catalogando i materiali all’interno, sistemando gli interni e insegnando agli studenti ad utilizzare correttamente questo spazio.

Tutti i volontari che si candidano al progetto devono partecipare al laboratorio per volontari pre-partenza P-Lab. 

Durante questo corso di formazione si esploreranno dettagliatamente le caratteristiche di questo contesto al fine di realizzare un progetto di volontariato a partire da te. Clicca qui per scoprire tutto ciò che ti serve per partecipare al laboratorio.

La partecipazione al laboratorio è obbligatoria per ogni volontario/a perchè permetterà di pianificare il progetto di volontariato e preparare ogni partecipante alle sfide ed alle peculiarità di questo specifico contesto.

Per partecipare al progetto è necessaria la conoscenza della lingua inglese ed aver compiuto 18 anni. Dopo aver frequentato il laboratorio di formazione pre-partenza, come volontario Plannin’Around sarai in possesso di un’assicurazione che copre da rischi e infortuni anche all’estero.

Consigliamo in ogni caso di informarsi bene sulle eventuali vaccinazioni, visti e di sottoscrivere un’assicurazione sanitaria a seconda del paese verso cui viaggerai. Per maggiori informazioni su vaccinazioni, visti e assicurazioni visita le FAQ. 

Durante i laboratori di formazione ci sarà uno spazio dedicato alla sicurezza e ai requisiti d’accesso al paese di destinazione. In ogni caso lo staff di Plannin’Around è sempre a disposizione per aiutarti (hello@planninaround.org).

Il Nepal è uno dei paesi più accoglienti e affascinanti che potrai mai incontrare. Vivere anche solo una settimana con i suoi abitanti ti farà subito capire quanto sono curiosi di scoprire tutto quello che una faccia nuova può raccontargli e quanto sono disponibili a farti entrare nel loro mondo e nella loro cultura antica di millenni.

Tutti, dalle studentesse e studenti della scuola, agli insegnanti e ai locali sono estremamente desiderosi di conoscere nuove attività, strumenti, giochi e know-how che conserveranno anche quando il progetto sarà concluso.

Partecipando a questa Call for Project avrai la possibilità unica di rispondere a un bisogno reale progettando tu stesso un intervento di volontariato internazionale. Questa è un’opportunità che solo Plannin’Around e poche altre realtà nel mondo propongono ai propri volontari. Diamo questa responsabilità a chi vuole partire con noi perché crediamo fortemente nell’enorme valore formativo che pensare (think), progettare (plan) e realizzare (implement) un intervento sociale può avere per un aspirante volontario per tutta la sua vita.

Al termine del progetto riceverai un certificato di partecipazione al progetto che riporterà tutte le attività svolte e il tempo che ci hai dedicato, spendibile come esperienza di rilievo da inserire nel curriculum e come monte ore da convertire in crediti formativi per tirocinio/tesi nella tua università.

Il Nepal è un paese a forte attrazione turistica e offre tantissime attività per chi desidera visitare. Oltre ad avere tra i percorsi di trekking più famosi al mondo (da cui si può scorgere la vetta della montagna sacra Sagarmatha, ossia il Monte Everest!), è possibile visitare il Parco Naturale del Terai, habitat naturale di rinoceronti, coccodrilli e tigri , l’antica città dei Newari di Bhaktapur, la rumorosa capitale Kathmandu e il lago di Pokhara. A Lumbini, nel sud del paese, è stato costruito un tempio sul presunto luogo di nascita del Buddha Gautama Siddharta, meta straordinariamente affascinante per tutti gli appassionati di cultura orientale alla scoperta della seconda religione più diffusa del Nepal.

Per gli appassionati di sport, è possibile fare paragliding, rafting, canyoning e saltare da uno dei bungee jumping più alti del mondo (160 metri sul fiume Bhote Kosi).

Fare un viaggio di volontariato all’estero senza visitare il paese che ti ospita è secondo noi una perdita enorme per il/la volontario/a che parte e anche per il progetto che realizza e che porta con sé una volta tornato a casa. Per questa ragione in ogni progetto di Plannin’Around cerchiamo di dare quanta più libertà possibile al/alla volontario/a nella gestione del suo tempo e del progetto che svolgerà, così che possa anche avere spazio per scoprire le bellezze del paese in cui si trova.

Non siamo un’agenzia di viaggio, ma in questi paesi ci siamo stati (o c’è stato qualche volontario che è partito con noi), perciò non farti problemi a chiedere informazioni.

Tutti i volontari possono gestire autonomamente la scelta dell’alloggio durante il progetto. Per chi lo desidera, mettiamo a disposizione l’alloggio di Casa Pralhad, l’abitazione da poco rinnovata del preside della Splendid Valley School, Pralhad Bastola, che da anni ospita volontari da tutto il mondo che svolgono delle attività nella scuola. L’abitazione si trova a 20 minuti a piedi dalla Splendid Valley School e può ospitare fino a 6 posti letto in 3 camere, con bagno e cucina in condivisione.

Il costo di permanenza in Casa Pralhad è di 8€ al giorno e comprende colazione e cena.

Plannin’Around sostiene l’idea di un volontariato sostenibile, secondo cui un/a volontario/a che parte per un paese estero, non debba lasciare alcun segno del suo passaggio durante la sua permanenza. Per questo motivo, oltre che a dare una possibilità unica a chi parte di vivere con una famiglia o una comunità locale, spesso parte dello stesso progetto in cui sono coinvolti, ogni volontario/a dovrà sostenere le spese di vitto e alloggio alle persone che lo ospitano. Noi di Plannin’Around ci occupiamo di verificare che i costi richiesti dagli ospitanti siano reali e ragionevoli e non tratteniamo nulla delle spese di vitto e alloggio, che potranno essere pagate direttamente ai responsabili del progetto o alle persone che vi ospitano.

Il viaggio di andata e ritorno sono a carico del/della volontario/a, così come gli spostamenti, i pasti e le attività extra e/o viaggi autonomi all’interno del paese.

Plannin’Around non chiede nessun pagamento delle spese di soggiorno da parte dei volontari per svolgere il proprio progetto nel paese ospitante.

VUOI PARTECIPARE A QUESTO PROGETTO?

CONTATTACI PER ISCRIVERTI O AVERE MAGGIORI INFORMAZIONI

Richiedi informazioni ora!

    [dynamichidden page-title "CF7_get_post_var key='title'"]

    I tuoi dati saranno trattati dall'Associazione come descritto nella Privacy Policy

    Progetti correlati

     

    Iscriviti alla newsletter di Plannin’Around! 

    Potrai rimanere aggiornato sui nostri progetti, sulle nuove opportunità di volontariato e sulle storie delle nostre organizzazioni partner. Ricevi ogni mese nuove idee per  diffondere la cultura del volontariato, della progettazione e della partecipazione nel mondo. Compila i campi qui a destra, ti aspettiamo!

      I tuoi dati saranno trattati dall'Associazione come descritto nella Privacy Policy

      Questo sito utilizza cookies. Hai il diritto di scegliere se abilitare i cookies statistici e di profilazione Abilitando questi cookies cliccando sul pulsante o proseguendo nella navigazione, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore.