Premio Letterario Raffaella Cenni Logo

Premio Letterario Raffaella Cenni 2020/2021

I racconti vincitori della 2° Edizione

Sapersi esprimere con le parole non rende reale ciò che viene detto. La parola scritta, invece, non mente.

Virginia 2B

Lettori e lettrici: benvenuti nel futuro!

Il Futuro è stato il protagonista di questa emozionante edizione del Premio Letterario Raffaella Cenni che si è conclusa oggi con la cerimonia di premiazione dei vincitori nel cortile della scuola secondaria Cavalieri di Milano. A rappresentarlo, oltre 500 studentesse e studenti dai 10 ai 13 anni che lungo il corso dell’anno hanno messo su carta la propria personale visione del “dopo” che verrà. Il tema proposto, oltre a segnare una continuità con la traccia presentata la scorsa edizione: “Il Ricordo”, è stato scelto perché la parola “Futuro” è stata la seconda più utilizzata, scritta e ricercata in tutto il 2020, subito dopo “Covid-19” (Fonte: Google Trends) e grazie ai racconti delle giovani e giovani scrittrici partecipanti al Premio, abbiamo voluto aprire uno spazio in cui la narrazione potesse mettere in luce cosa questa parola rappresentasse per le nuove generazioni, che più di tutte hanno molto futuro da masticare di fronte a loro.

Anche il simbolo che ha accompagnato la seconda edizione del Premio Letterario Raffaella Cenni, la Luna, è stato scelto per rappresentare quell’oggetto luminoso, lontano ma visibile in qualsiasi città e villaggio di tutto il Mondo, che ha ispirato generazioni di romanzieri e poeti che hanno provato a dare una propria interpretazione al mondo del futuro, da Leopardi a Jules Verne fino a Philip K. Dick. Il desiderio è che prima di prendere la penna in mano e scrivere il “loro” futuro, i nostri giovani scrittori e scrittrici si ricordino sempre di staccare lo sguardo da terra e, anche per una sola manciata di minuti, lo rivolgano dritto verso il cielo.

Folle è l’uomo che parla alla luna. Stolto chi non le presta ascolto.
(William Shakespeare)

Il risultato di questo percorso ha portato tra le mani della giuria del Premio Letterario Raffaella Cenni, composta da esponenti del mondo accademico, artistico e letterario, 56 elaborati di narrativa in prosa nei quali è emersa con forza l’attenzione che i giovanissimi rivolgono ai temi ambientali, del digitale e all’uguaglianza dei diritti, dando prova di una capacità critica ed espressiva che non può non dare merito ai prossimi abitanti del futuro. Davvero impressionante, inoltre, la diversità di generi che è emersa da ogni scrittrice e scrittore partecipante, che hanno saputo spaziare dalla fantascienza al fantasy, dalla lettera al diario, senza perdere un’impronta stilistica unica e personale che ha reso questa edizione davvero varia ed appassionante.

La cerimonia di premiazione dei vincitori

A supportare gli scrittori e le scrittrici nella stesura delle loro opere, anche quest’anno sono stati realizzati dei laboratori di scrittura nelle classi aderenti al Premio, tenuti da alcuni giurati e professionisti dello scrivere patrocinati da Bookcity Scuole: Il laboratorio “Leggere le linee della mano” con Enrico Ernst, drammaturgo e insegnante di scrittura e il laboratorio “Radio Futuro” con Alessandro Milani, giornalista, radiofonico e storyteller. Al termine di questi incontri, gli alunni e le alunne partecipanti hanno realizzato un podcast radiofonico sul futuro prodotto a partire dai testi prodotti durante i laboratori. Qui sotto potete sentirne un estratto:

Podcast di Alessandro di Meo 3° Media

Tutto ciò non sarebbe stato possibile senza il coinvolgimento e la partecipazione degli insegnanti, che in prima battuta hanno selezionato i racconti da inviare alla giuria, al prezioso contributo dell’Associazione Genitori Ariberto-Cavalieri e di Moleskine, che hanno regalato i premi consegnati ai vincitori della seconda edizione. Il bello del Premio Letterario Raffaella Cenni è che è una storia scritta a più mani.

Ecco a voi la classifica e i racconti vincitori della seconda edizione del Premio Letterario Raffaella Cenni:

5° ELEMENTARE

1° Posto: Giacomo Tradati “La tribù” (5°A)

2° Posto: Leonardo Pavesi “L’avventura nel futuro” (5°D)

3° Posto: Matilde Massimi “Un’Amicizia difficile” (5°A)

1° MEDIA

1° Posto: Clara Pizzuto “I fiori gialli” (1°C)

2° Posto: Giovanni Gentile “Un incontro inaspettato” (1°A)

3° Posto: Lea De Combarieu “La ragazza del presente” (1°B)      

2° MEDIA

1° Posto: Virginia Pavanello “Luna di intonaco” (2°B)

2° Posto: Myrta del Pero “Lettera al mondo che verrà” (2°F)

3° Posto: Sofia Reggiani “Un pianto per la felicità” (2°B)

3° MEDIA

1° Posto: Serena Macchia “La società dei perfetti – Intimità Rapita” (3°G)

2° Posto: Sara Lazgiel “Un motivo valido, il futuro” (3°G)

3° Posto: Ivan Celentano “Sessanta minuti all’esame di maturità” (3°H)

MENZIONE SPECIALE DELLA GIURIA

Kirill Civillini “43 rime di futuro” (2°C)

Ti piace scrivere? Hai una storia da raccontare? Vuoi imparare come farlo? Unisciti a noi e condividi le tue idee sul nostro blog.

Diventa content writer!

Condividi questo post!

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on print
Share on email

Questo sito utilizza cookies. Hai il diritto di scegliere se abilitare i cookies statistici e di profilazione Abilitando questi cookies cliccando sul pulsante o proseguendo nella navigazione, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore.